Code of conduct

Code of conduct

codice etico

Sono promotrice e referente per l’Italia del movimento internazionale Nature First Photography, l'alleanza per la fotografia naturalistica responsabile.

Il mio pensiero sulle finalità della fotografia

Essere stata scelta promotrice e referente per il mio paese è davvero una grande gioia e soddisfazione perché ho sempre creduto che la fotografia naturalistica non debba solo essere elogio alle bellezze naturali che ci circondano ma debba anche avere una finalità morale ed educativa, un codice etico dunque. Credo che, oggi più che mai, fare fotografia naturalistica, oltre ad essere un momento di serenità e gioia per gli attimi vissuti in natura, deve prefiggersi una missione morale: non solo quindi testimoniare le bellezze attorno a noi, ma documentare anche eventuali situazioni di disagio ambientale o minaccia sia per quanto riguarda la fauna che la flora e il loro habitat; dobbiamo quindi, attraverso la fotografia, sensibilizzare le persone sull’importanza della preservazione degli habitat naturali, per garantirli alle generazioni future, ed educare i nostri figli e noi stessi ad un corretto approccio in natura.

Noi fotografi siamo spesso “sentinelle” sul campo, osserviamo nel dettaglio l’ambiente per poterlo fotografare al meglio, e torniamo sui luoghi più e più volte, rendendoci conto quindi di eventuali cambiamenti. Ci viene a questo punto richiesto uno step in più: non solo osservare e fotografare, ma utilizzare la nostra fotografia anche per tutelare l’ambiente, condividere per sensibilizzare, proteggere la natura che tanto amiamo.

L’obiettivo di Nature First Photography è mettere in primo piano la Natura, poi la fotografia: per farlo vengono suggeriti 7 principi base, a cui tutti noi possiamo attenerci con facilità.

Risulta doveroso farlo, ora più che mai, a causa della sempre maggior frequenza con la quale molte foto, anche di specie protette e minacciate, vengono condivise sui social.

Si è osservato negli ultimi tempi una corsa frenetica verso l’ottenimento di fotografie che purtroppo poi risultano essere una semplice ” raccolta di figurine”, dannosa pero’ alle specie ritratte perchè ottenute senza una cultura di base che ha reso possibile la realizzazione di quello scatto. Questa corsa frenetica è anche dovuta alla ricerca di like, di followers, cercando quindi ad ogni costo di ottenere foto sensazionalistiche, molte volte mettendo a repentaglio la vita delle specie stesse e infrangendo regole e regolamenti. E sempre di più si vuole stupire in questo settore, a volte facendo vedere una realtà falsa, non corrispondente alla vera situazione trovata in natura.

Nature First

riporta l’attenzione, il focus,

sulla natura

come entità da proteggere. 

Fotografare sì ma con un atteggiamento corretto e rispettoso verso la natura stessa. Siamo ospiti in natura, e quando varchiamo quella soglia ed entriamo in questo magico mondo, dobbiamo poi uscirne senza lasciar traccia del nostro passaggio.

  1. Dai la priorità al benessere della natura rispetto alla fotografia.
  2. Informati sui luoghi che vai a fotografare.
  3. Rifletti sul possibile impatto delle tue azioni.
  4. Usa discrezione se condividi i luoghi fotografati.
  5. Conosci e segui le regole e i regolamenti.
  6. Segui sempre i principi di “Leave No Trace” e sforzati di
    lasciare i luoghi visitati meglio di come li hai trovati.
  7. Promuovi attivamente ed educa gli altri su questi principi.

Per tutte le informazioni, il sito web è il seguente:
https://www.naturefirstphotography.org/it/home

Per le adesioni al movimento, gratuitamente:
https://www.naturefirstphotography.org/it/iscriviti

Sul sito trovate tutta la storia di questa alleanza di fotografi naturalisti, la descrizione dei principi nel dettaglio, trovate tutta la community, i partners, i membri fondatori e i promotori delle varie sezioni nel mondo, articoli, FAQ, etc..

UNITEVI ALL’ ALLEANZA per una FOTOGRAFIA NATURALISTICA RESPONSABILE

All the Images are protected by Copyright. Please contact the author for more information.